pagina successiva
Interpretazione e codifica della facciata di casa Milà

89, 90- La facciata di casa Milà e la rispettiva mappa .

In questa terza specie di scenari, addotta da casa Milà, le procedure per la codifica delle superfici sono molto simili a quelle utilizzate per la specie precedente, casa Batlò. In effetti l'edificio in questione è stato realizzato da Gaudì quasi contemporaneamente alla ristrutturazione di casa Batlò, ma si tratta di una nuova edificazione. Le analogie tra i due riguardano principalmente l'organicità delle superfici di facciata. Come descritto in precedenza casa Batlò, di dimensioni ridotte, presenta un forte intervento a livello decorativo; casa Milà ha una facciata molto più grande, che si estende ad "L" sull'incrocio degli assi viari, la superficie non presenta decorazioni, fatta eccezione per i numerosi e diversi balconi in ferro battuto. Come nel caso precedente, ho considerato solo alcune categorie formali, presenti quindi negli scenari finali, che riguardano essenzialmente la facciata principale e la copertura a corona sulla sommità dell'edificio. Ho perciò escluso dal processo di codifica, e di successiva formalizzazione, gli interni, i due cavedi e soprattutto il terrazzo, dove la ricchezza di elementi compositivi e decorativi, quali i grossi camini, avrebbe richiesto la costruzione di un paradigma integrativo e di relativi codici generativi che non rientrano nella tematica sviluppata a riguardo delle superfici. Le categorie addotte da casa Milà sono sufficienti affinchè sia possibile una verifica di riconoscibilità, ed ho quindi costruito dei codici relativi ad ogni categoria formale. La difficoltà iniziale è stato definire la relazione superficie facciata con gli interfaccia interno - esterno: da questo punto di vista è ovvia la maggior complessità di casa Milà rispetto a casa Batlò, dove il numero di interfaccia è decisamente inferiore, e quindi le procedure generative più gestibili. La relazione è stata tradotta, come nel caso precedente, tramite la costruzione di una mappa facciata, che si sviluppa sulle tre direttrici dell'edificio : due per gli assi ed una centrale relativa al fronte principale.

La mappa della facciata: Le immagini mostrano la facciata di casa Milà (uno schizzo dell'autore), e la relativa mappa; purtroppo non esistono disegni di progetto della facciata, gli schizzi pervenutici sono alquanto diversi dall'opera definitiva. D'altronde Gaudì realizzava le sue opere direttamente in cantiere e quindi i suoi disegni sono solo delle bozze di come lui intendeva realizzare successivamente le forme. Sebbene lo schizzo raffigurato sia molto diverso dall'opera realizzata, e sembri quasi un prolungamento di casa Batlò, è sufficiente per capire la complessità compositiva della facciata, soprattutto se riferita alle numerose finestre (di dimensioni differenti) presenti su di essa. Nel progetto finale le proporzioni e le forme delle finestre sono molto più regolari, e si ripetono in serie uguali lungo l'estensione verticale dei piani. Nella mappa ho addotto gli interfaccia, interpretandone la posizione spaziale e non la forma effettiva. Il risultato è chiaramente molto lontano da una rappresentazione, per quanto semplificata, della facciata reale, ma ha lo scopo di definire la posizione delle curve di sezione nei successivi codici generativi. A differenza di casa Batlò, in cui le finestre hanno due principali tipologie che dipendono dalla posizione delle stesse nella facciata (piano terra, primo piano e piani successivi), per casa Milà ho dovuto definire delle categorie di interfaccia che prendano in considerazione un elemento fortemente caratterizzante della composizione : i balconi in ferro battuto. Questi ultimi sono di forma diversa e le dimesioni cambiano in funzione del numero di finestre inglobate. Sul fronte centrale ad esempio, i piani 2, 3, 4 e 5 presentano tutti un grande balcone (in posizione centrale rispetto alla simmetria della facciata), ma cambiano la forma e il numero di interfaccia per ogni piano. Il primo obiettivo è stato quindi definire le categorie di interfaccia - balcone nella mappa facciata, trovare cioè in che modo cambia il numero di interfaccia relativi al balcone e viceversa.