pagina successiva
Costruzione di una logica progettuale

"L'obiettivo che si va definendo, e che tendenzialmente queste esperienze contemporanee intendono raggiungere è quello, non solo di un'autonomia del progetto alle varie scale, ed all'interno di queste una possibile intercambiabilità delle forme, ma anche, e simultaneamente il raggiungimento di un'identità progettuale dell'artificiale che garantisca, comunque, la riconoscibilità della matrice compositiva, e quindi identifichi il genius loci, la specie di oggetti." Celestino Soddu, Enrica Colabella, "Il progetto ambientale di morfogenesi", Progetto Leonardo, 1992.

5- Percorso progettuale

 

L'individuazione di alcuni possibili codici di riconoscibilità dell'idea di Gaudì è il tema centrale di questo lavoro. L'obiettivo primario che ne consegue è una prova di validità dei codici addotti soggettivamente; in altre parole si tratta di verificare, una volta innescato il processo progettuale, se gli scenari metaprogettuali costruiti posseggano o meno (in base ad un confronto con l'immaginario di riferimento) un grado di riconoscibilità. Ciò equivale chiaramente a validare o meno il codice di riconoscibilità dell'idea di Gaudì.

 

 

 

 

 
Schema di costruzione del processo meta-progettuale
 
Scenari di riferimento / immaginario soggettivo/ lettura soggettiva
Adduzioni dagli scenari
Individuazione dei possibili codici di riconoscibilità dell'idea
Costruzione dei codici generativi / innesco della fase metaprogettuale
Paradigma organizzativo dei codici addotti
Scenari metaprogettuali / scenari di specie
Richieste : Verifica di validità dei codici
OBIETTIVO

1- Scenario: codice e/o codici validi, l'obiettivo è raggiunto, il codice non richiede di essere modificato.

2: Scenario: codice e/o codici non validi, obiettivo non raggiunto. Si innesca nuovamente il processo.